mercoledì 29 settembre 2010

SCUOLA MATERNA



... il fagiolo gigante è cresciuto parecchio, i barbapapà continuano ad impazzare e intanto è passato un mese dall'inizio della Scuola Materna.

Ieri c'è stato il primo incontro per illustrare i vari progetti per l'anno scolastico: ci saranno gite, recite, attività sportive e musicali oltre al normale iter scolastico!!! Speriamo non sia troppo...

Il primo giorno che l'abbiamo portata all'asilo eravamo tutti in trepidazione chiedendoci quale sarebbe stata la reazione (di tutti e tre) al momento di venir via e invece la Popa è entrata in classe senza neanche voltarsi! Di ritorno dopo due ore il suo commento è stato: "è proprio bello il mio asilo!". Nel giro di una settimana era già felicemente inserita.

Non racconta molto della sua giornata ma crediamo sia il suo modo per dirci che sta studiando la nuova dimensione...


domenica 26 settembre 2010

venerdì 10 settembre 2010

IL FAGIOLO GIGANTE

Grazie alla Popa ho riscoperto i Barbapapà. Ne ero innamorata da piccola ma poi crescendo le cose cambiano e me ne ero completamente dimenticata.
Adesso abbiamo ben 4 libri della famiglia Barbapapà che raccontano la nascita dei Barbapapà, la scuola e l'arca dei Barbapapà e il viaggio su Marte dei Barbapapà e ciascun racconto ha una morale da raccontare; proprio nell'ultimo libro un fagiolo gigante viente piantato da Barbaforte su Marte per paura di rimanere senza cibo, ma il fagiolo gigante si trasforma velocissimamente in una pianta minacciosa che attacca i Barbapapà e gli abitanti di Marte e grazie alla collaborazione di tutti, che prontamente si trasformano in cesoie, forbici giganti, seghe, ecc. ecc., la pianta viene distrutta.


Dal libro è nata la curiosità di vedere crescere una pianta di fagiolo e detto-fatto ci siamo muniti di 4 fagioli e li abbiamo posti nella bambagia per vederli crescere giorno dopo giorno. Speriamo non diventi una pianta gigante!!! 






giovedì 9 settembre 2010

LE NOSTRE VACANZE


Arrivo sempre con il mio chilometro di ritardo!
La Popa mi direbbe: mamma sei la solita!
Ormai le vacanze sono un ricordo sbiadito, ben 27 giorni lontani dal lavoro e dal solito tran tran, che si sono dileguati in un attimo.
L'incontro con la Popa, che non vedevamo da 3 settimane, è stato strappalacrime. Appena l'ho vista l'ho abbracciata e lei mi guardava come se non riuscisse a capire se fosse sogno o realtà e poi le ho sussurrato nell'orecchio: mi sei mancata tanto... e ci siamo messe a piangere. Da quel giorno ci piace raccontarci che abbiamo pianto ma che erano lacrime di gioia e ogni tanto è lei che mi dice mamma mi sei mancata tanto.

L'estate è trascorsa tra mare e montagna in semplicità. Siamo stati bene insieme circondati dalla famiglia (al mare) e da qualche amico (in montagna) che è venuto a trovarci.

C'è stato un piccolo incidente, la Popa è caduta da uno scivolo sbattendo sulla ghiaia con la bocca e il naso, ma dopo tanto spavento tutto si è risolto nel giro di una settimana. Mamma mia questi bimbi, anche se li guardi a vista, in un attimo fanno cose imprevedibili!!!

Il figlio di una carissima amica è stato operato due volte nel giro di una settimana, ma tutto si è risolto bene e adesso è finalmente a casa.

... e a Settembre la Popa ha cominciato la scuola materna, ma questo è un altro post!